info@aksilia.com
+39 347 5748387
+39 02 40703351

PNRR e turismo 4.0: enormi opportunità e tanta confusione. Facciamo chiarezza

PNRR e turismo 4.0: enormi opportunità e tanta confusione. Facciamo chiarezza

PNRR e turismo 4.0: enormi opportunità e tanta confusione. Facciamo chiarezza

PNRR e turismo 4.0: enormi opportunità e tanta confusione. Facciamo chiarezza

Com’è possibile che una impresa su tre sia “totalmente disinteressata” alle nuove risorse stanziate per il comparto del turismo nell’ambito del Pnrr? L’allarme lanciato da Unioncamere, basato sulle elaborazioni del Centro studi Tagliacarne, nasconde in realtà una vera e propria denuncia. I numeri sono infatti impietosi in quanto solo il 16% delle aziende potenzialmente destinatarie dei benefici economici ha attivato i progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza. E solo il 13% ha in programma di farlo. Il resto? Per utilizzare le parole dell’associazione che riunisce le Camere di commercio, è “fermo al palo”. Eppure la torta dei finanziamenti è molto ricca: ai progetti di investimento di competenza del Ministero del Turismo (Missione 1, Componente C3 “Turismo e Cultura”) sono assegnati 2,4 miliardi di euro da destinare alle aziende italiane.

Turismo 4.0 e Pnrr: imprese disorientate, opportunità economiche a rischio

Ma se questa è la fotografia della situazione, quali sono le ragioni del disinteresse da parte delle aziende italiane nei confronti delle opportunità economiche offerte dal Pnrr? Scarsa conoscenza delle occasioni, disorientamento o sfiducia? Oppure è troppo complessa la procedura da seguire per accedere alle risorse? Ma soprattutto, come dare una scossa al mondo delle imprese e agevolare la crescita del business con questo fiume di denaro che rischia di non essere speso?

Il punto è proprio questo: le occasioni per le imprese sono moltissime e si avverte la necessità di una guida alla conoscenza delle informazioni e alla gestione di tutto l’iter amministrativo, dalla domanda alla rendicontazione. Da soli, i fondi stanziati e in via di erogazione sarebbero in grado di sostenere o almeno avviare in modo deciso la trasformazione del nostro sistema produttivo. Obiettivi e azioni del piano Turismo 4.0 sono infatti:

  • l’innalzamento della capacità competitiva delle imprese;
  • la promozione di un’offerta turistica basata su sostenibilità ambientale, innovazione e digitalizzazione dei servizi;
  • il miglioramento delle strutture ricettive e dei servizi collegati;
  • la realizzazione di investimenti pubblici per una maggiore fruibilità del patrimonio turistico;
  • il sostegno al credito per il comparto turistico;
  • l’erogazione di incentivi fiscali a favore delle piccole e medie imprese del settore.

 

Contributi a fondo perduto per il turismo: opportunità continue

Sicuramente interessanti sono le osservazioni che Andrea Prete, presidente di Unioncamere, ha rilasciato a ZeroUno sui motivi che frenano le imprese dall’accesso alle risorse del Pnrr? A suo dire, “la loro capacità di tenersi aggiornate sulle opportunità che si aprono, di coglierne in pieno la portata, di partecipare ai bandi con proposte e progetti è inevitabilmente ridotta”. Lo dimostra il fatto che “ben l’80% delle imprese di dimensione minore non ha ancora messo in cantiere iniziative a valere sui programmi del Pnrr a fronte del 50% di quelle di medio grande dimensione”.

Un esempio di un bando sul turismo nell’ambito del Pnrr? Quello lanciato in primavera per la riqualificazione della propria struttura turistica. Il Ministero del Turismo aveva messo sul piatto 600 milioni di euro da spendere in 4 anni per fare compiere un salto di qualità delle strutture del comparto turistico. La misura “Incentivi finanziari per le imprese turistiche” era parte del Piano nazionale di ripresa e resilienza e, ancora più nel dettaglio, era stata pensata per finanziare il rilancio della sostenibilità, della sicurezza della efficienza energetica.

In che modo le imprese del turismo ottengono i fondi del Pnrr?

Che fare dunque? Come aiutare le imprese del turismo a ottenere i fondi del Pnrr a cui hanno diritto? Per usare ancora le parole del numero uno di Unioncamere, no allo spontaneismo e no al fai da te. Il rischio di non presentare la domanda nei tempi previsti, di non leggere attentamente tra le pieghe dei requisiti del bando, di non presentare la rendicontazione in modo corretto è concreto. Come dire, senza un sostegno professionale all’altezza, le imprese perdono soldi e tempo. Ecco allora che – argomenta Prete – deve essere strutturato un supporto che affianchi realmente gli operatori, quelli piccoli soprattutto, a cogliere le opportunità che oggi sono a disposizione.

Il 2022 e i successivi anni fino al 2026 sono un periodo di grandi possibilità per le piccole e medie imprese italiane, gli imprenditori, i professionisti e i grandi capitani d’industria. Tra contributi a fondo perduto, bonus, crediti d’imposta, bandi e agevolazioni, il ventaglio delle opportunità è decisamente ampio.

Dagli incentivi sull’Industria 4.0 alla legge Sabatini, dal Pnrr ai fondi di garanzia fino ad arrivare alle tantissime opportunità proposte dalle Camere di commercio. L’obiettivo di questi strumenti economici per le imprese è sempre lo stesso: migliorare il business delle aziende e favorire la creazione di nuove imprese.

Aksilia Group ti aiuta a ottenere i contributi a fondo perduto a cui hai diritto

Aksilia Group aiuta le aziende del settore del turismo a rendere il business più competitivo. Purché sappiano come fare ad accedere alle tante opportunità, i cui plafond non sono di certo illimitati. Il fattore tempo nella presentazione della domanda e nella preparazione della documentazione gioca un ruolo decisivo. I tre passaggi fondamentali di un imprenditore intenzionato a giocare la carta delle opportunità economiche nell’ambito del Pnrr sono:

  • conoscere tutti i contributi e finanziamenti di cui ha diritto;
  • preparare con estrema precisione la documentazione necessaria;
  • presentare la domanda nei tempi e nei modi richiesti.

Qui entra in gioco Aksilia Suite, lo strumento per rimanere informati sui bandi e le opportunità di finanza agevolata, i contributi a fondo perduto e i crediti d’imposta. Permette inoltre di gestire la domanda e la rendicontazione. La piattaforma include una chat con un team di esperti sempre a disposizione per chiarimenti e spiegazioni.

Contatta
Aksilia Group

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: