info@aksilia.com
+39 347 5748387
+39 02 40703351

MODELLO 231: cosa è e a chi serve

MODELLO 231: cosa è e a chi serve

modello 231

Per quale motivo il Modello 231 dovrebbe essere adottato da qualsiasi Ente? Perché è uno strumento fondamentale per tutte le aziende, per la sua organizzazione, gestione e tutela.

Infatti il D. Lgs 231/2001 disciplina la responsabilità degli enti per gli illeciti amministrativi; a seguito di alcuni reati indicati viene sanzionato l’Ente o l’impresa, non solo a livello pecuniario, ma anche con restrizioni e un danno di immagine.

A seguito dell’uscita del Decreto è stato istituito il Modello 231 come strumento essenziale per la salvaguardia degli Enti e delle Società dalla commissione dei reati, citati nello stesso Decreto, commessi o dai propri dipendenti oppure dai propri amministratori.

Mediante la compilazione del Modello 231 l’impresa si tutela, nel caso di eventuale giudizio, o in caso di indagini, può provare di aver fatto tutto ciò che è in suo potere per evitare la commissione del reato per cui è accusato.

Il Modello 231 è obbligatorio?

No, il Modello 231 non è obbligatorio ma è vivamente consigliato per le aziende. Infatti dotandosi di questo strumento verrà garantita, anche nei confronti di terzi, la propria organizzazione e la gestione aziendale interna, poiché siano rispettose della legge; l’ente o l’azienda verrà protetta dalla commissione dolosa o colposa dei reati catalogati nel D Lgs. 231/01.

Quali reati vengono previsti dal Decreto?

Il Decreto 231/2001 prevede diversi tipi di reati, come:

  • Reati commessi nei rapporti con la P.A.;
  • Reati di falso;
  • Reati societari;
  • Reati con finalità di terrorismo o di eversione;
  • Reati di abuso di mercato;
  • Reati di criminalità informatica;
  • Reati ambientali;
  • Reati sul tema della salute e sicurezza;
  • Manipolazioni di mercato e abuso di informazioni privilegiate;
  • Pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili.

Questi sono solo alcuni esempi dei reati descritti: ne sono presenti molti altri e sono in continuo aggiornamento.

Cosa comporta per un Ente un reato del D. Lgs. 231/2001?

Nel caso in cui un dipendente o un amministratore compia nello svolgimento delle sue funzioni un reato previsto dal D. Lgs 231/2001, vengono previste delle sanzioni di carattere amministrativo o penale anche per l’azienda. Le sanzioni possono avere un costo molto elevato per l’azienda e non solo a livello pecuniario. Infatti possono portare anche ad inibizioni importanti come il divieto di contrattare con le Pubbliche Amministrazioni o la sospensione o la revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni. Da ciò ne deriva, come immaginabile, un grave danno di immagine per l’azienda.

Come è fatto il Modello 231? Come viene compilato?

Il Modello 231 è composto da una serie di elementi: le disposizioni organizzative, le procedure, la modulistica, i software, i codici comportamentali e le commissioni.

Il modello viene realizzato specificatamente per ogni singola azienda a seconda delle caratteristiche, delle attività dei processi produttivi e degli interlocutori con cui interagisce. Non esiste un modello standard che possa essere adattato a realtà imprenditoriali diverse.

Per la realizzazione verranno eseguite alcune valutazioni, prima tra tutte la mappatura delle aree a rischio di reato, la valutazione del sistema di controllo interno e l’analisi comparativa e piani di miglioramento.

Tutte le valutazioni porteranno, in seguito, alla redazione del documento, che conterrà una parte generale (codice etico, regolamento dell’Organo di Vigilanza, sistema disciplinare), una parte speciale (indicazione dei singoli reati, procedure e applicazione delle decisioni) e i documenti da allegare al modello stesso.

Una volta compilato il Modello 231, l’intera azienda sarà resa partecipe in merito alla sua attuazione e alle modalità per il suo effettivo rispetto da parte di tutti.

In sintesi, il processo da seguire per l’adozione del Modello 231 è questo:

Quali sono i costi del Modello 231?

Redigere il Modello 231 costa meno che essere multati, aggiungendo anche le spese processuali e legali, le restrizioni e il danno di immagine per l’azienda

Inoltre, con l’adozione del Modello 231 l’azienda potrà vantare un valore aggiunto, per la prevenzione del rischio dell’Impresa.

Nel prossimo articolo affronteremo le sentenze di rilievo nel panorama processuale ed imprenditoriale.

Per saperne di più sul Modello 231 visita la nostra pagina e contattaci.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: